Serie D
domenica 19 novembre 2017
Solo un rigore condanna il Dro Alto Garda a Scanzorosciate

Solo un rigore alla mezz’ora del secondo condanna l’Usd Dro Alto Garda all’ennesima sconfitta esterna. Trasferta amara per la squadra droata che si arrende per 0-1 ai bergamaschi dello Scanzorosciate, pagando l’unica disattenzione del match.
In una partita avara di emozioni, e giocata a lungo in equilibrio, i droati sono battuti solo dalla massima punizione realizzata da Giangaspero, ed incassano la quinta sconfitta lontano da Oltra (un solo punto ottenuto in qui in trasferta).
Mister Michele Ischia conferma il suo collaudato modulo con Allegretti al centro della difesa a quattro, e Aquaro con Casolla coppia d’attacco sostenuti sulle fasce dai giovani Mengoli e Kumrija. Una formazione che appare ben equilibrata e decisa a vedere cara la pelle, evitando le amnesie iniziali che hanno caratterizzato i suoi ultimi match.
Al 4’ Dro è subito pericoloso e, sul bel traversone del giovane pugliese Mengoli, Aquaro sfiora di testa la palla che finisce di pochissimo sul fondo. Subito dopo l’estremo droato Chimini esce a valanga su Aranotu e mette la sfera in angolo. Con l’Usd Dro Alto Garda attento in difesa e pronto a ripartire in velocità al 13’ è Karamoko ad alzare troppo la mira, mentre al 17’ su assist di Tobanelli è ancora il mediano droato Karamoko ad essere anticipato all’ultimo da un difensore di casa.
Al 22’ lo Scanzorosciate va vicinissimo al vantaggio, ma Chimini è pronto alla respinta sul tiro ravvicinato di Aranotu. I droati ci provano ancora all’altezza della mezz’ora, ma Aquaro, ben servito da Kumrija, non trova lo specchio della porta alzando troppo la mira. Nel finale del primo tempo è ancora il bergamasco Aranotu, imbeccato da Ubbiali, a provarci di testa, ma la palla finisce alta di poco.
Nella ripresa le due squadre cercando di non scoprirsi e la manovra stenta a decollare. Al 16’ la squadra di casa va ad un passo dal vantaggio, ma sulla conclusione in acrobazia di Giangaspero si oppone con freddezza Chimini. La partita cambia alla mezz’ora infatti se al 27’ Giacco rileva uno stremato Mengoli, al 30’ lo stesso junior partenopeo compie un ingenuo e forse evitabile fallo nel cuore dell’aria. Per l’arbitro è rigore che Giangaspero trasforma con freddezza. L’Usd Dro Alto Garda non si sta e si ributta in avanti.
Al 33’ è Kumrija a colpire la parte alta della traversa con un gran tiro dal limite, ma quando la palla in campo nessun compagno è pronto alla deviazione. Nel finale gli ingressi di Grossi, Pilenga e Sartori non riescono a dare nuove energie ai droati, positivi in fase di costruzione ma poco incisivi in avanti.
Nonostante quattro minuti di recupero ed un disperato forcing finale di marca droata il punteggio non cambia più ed l’Usd Dro Alto Garda si trova ora nell’ultima scomoda posizione in classifica a quota 9, pur in compagnia di Romanese e Grumellese. Dopo la partita in casa di domenica con la Bustese, i droati saranno chiamati alla trasferta sul campo della Pergolettese, prima del doppio derby ad Oltra con il Trento e sul campo del Levico, un finale d’andata dove provare a risalire una classifica sin qui avara di soddisfazioni.

Il tabellino


SCANZOROSCIATE – DRO ALTO GARDA 1-0
RETI: 30’ st RIG Giangaspero (S)
SCANZOROSCIATE (4-3-3): Stuani, Zambelli, Gotti, Lamera (4’ st Spampatti), Paris, Rota, Ubbiali, Maietti, Giangaspero, Aranotu (27’ st Corno), Masinari (23’ st Melandri). All.Valenti. A disp: Benedetti, Tacchini, Panza, Zucchelli, Epis, Maggioni
DRO ALTO GARDA (4-4-2): Chimini, Orlando, De Min (31’ st Grossi), Bertoldi, Tobanelli, Allegretti (39’ st Pilenga), Karamoko (34’ st Sartori), Mengoli (27’ st Greco), Aquaro, Casolla, Kumrija (39’ st Giacco). All. Ischia. A disp: Di Piero, Corradini, Ruaben, Bertè,
ARBITRO: Davide Faraon di Conegliano (Santoruvo-Valeri)
NOTE: Ammoniti: Gotti, Rota, Ubbiali, De Min, Mengoli, Karamoko. Angoli 5-3. Recupero 1’-4’. Spettatori 150.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri